Day: March 25, 2018

Il clima mite del Centro Italia

Il Lazio offre una moltitudine di attrazioni perché il bel tempo persiste anche nella stagione invernale, il clima mite del Lazio è un’attrazione immediata. La stagione invernale è generalmente soddisfacente dal punto di vista climatico, e in estate, il sole ti accompagna praticamente tutto il tempo, senza continue interruzioni dovute alla pioggia.

La montagna in estate e inverno

I borghi di montagna dell’Appennino Laziale si trovano sovente all’interno di aree protette o in zone di grande fascino naturalistico.

I paesini storici sono quasi tutti di origine medievale, arroccati su colline circondate da monti boscosi come quelli all’interno del Parco Naturale Regionale dei Monti Simbruini, di Subiaco, Vallepietra, Filettino e Cervara di Roma.

Le piacevoli passeggiate al fresco alle pendici dei Monti Ernici tra le vie dei borghi di Collepardo, Guarcino, Vico nel Lazio, Fumone e il centro storico di Fiuggi, sono uno svago e una ventata di aria fresca in estate e una metà per gli amanti della montagna più attrezzati anche per affascinanti escursioni o piacevoli passeggiate sulla neve. I borghi di montagna vanno via via acquisendo importanza grazie alla gestione più attenta della qualità dei servizi e delle tradizioni culinarie per favorire un turismo di qualità e più alla portata di tutti.

Da primavera fino a metà autunno le isole Pontine e il loro mare

Le isole sono sempre stati luoghi ideali per il relax estivo.

L’Arcipelago delle Isole Pontine rende la vacanza un’esperienza indimenticabile.

L’Arcipelago delle Isole Pontine è il gioiello del Lazio, si trova quasi al centro del Mar Tirreno ed è diviso in due gruppi: il primo comprende Ponza, Palmarola, Zannone e la minuscola e disabitata isola di Gavi, il secondo è composto da Ventotene e Santo Stefano, anch’essa disabitata.

le Isole Pontine meritano sia in estate che in primavera e autunno: momenti che vi offrono una tranquillità ricercata, con un mare ancora fruibile e abbastanza trasparente da poter scorgere l’incantevole fondale marino anche dalla superficie; spiagge deserte ma deserte e piccole baie; la piacevole sensazione di essere praticamente gli unici ospiti; colori e profumi unici; un clima mite; l’opportunità di scoprire gli angoli più nascosti delle isole e di sperimentare pienamente il calore e l’ospitalità dei residenti.La raffinatezza e la vivacità di Ponza e Ventotene, con la loro ampia varietà di alloggi turistici, costruiti in linea con l’architettura isolana in stile mediterraneo, contrastano fortemente con la natura selvaggia e totalmente incontaminata delle isole minori: Palmarola, a poco più di 7 miglia nautiche dal porto di Ponza, con il suo unico ormeggio a Cala di San Silverio e la spiaggetta omonima; Zannone, a circa 6 miglia da Ponza e parte del Parco Nazionale del Circeo, sorvegliato e protetto dal Servizio Forestale e accessibile solo dall’approdo di Punta del Varo; Santo Stefano, poco più di un miglio nautico da Ventotene, con cui condivide il titolo di Riserva Naturale Nazionale e Area Marina Protetta di Santo Stefano e Ventotene.

Per coloro che non hanno la fortuna di avere la propria barca, le isole principali possono essere raggiunte da tutto l’anno e servizi estivi da Formia, Terracina e San Felice Circeo (provincia di Latina), e Anzio (provincia di Roma).

Dai porti di Ponza e Ventotene, rispettivamente, a Palmarola e Zannone ea Santo Stefano è possibile accedere in motoscafo appartenenti a privati ​​o cooperative.